Grazia Amelia Bellitta

Grazia Amelia Bellitta, nata a Policoro, si trasferisce a Lecce nel 2008 dove consegue la laurea in Grafica presso l’Accademia di Belle Arti.

Durante il suo percorso approfondisce lo sviluppo e la stampa fotografica, le tecniche di incisione, le tecniche di fonderia.

Amante anche della tecnologia del suo tempo, spesso, nella sua ricerca artistica, coniuga la tradizione e il “nuovo”, lavorando sul suono oltre che sull’immagine digitale video o fotografica. Lavora con il foro stenopeico trasformando ambienti in vere e proprie macchine fotografiche giganti. Nel 2019 espone a Kunstschau_Contemporary Places nella bipersonale "Some roses have no fragrance” e per la collettiva fotografica Genera Humana. Nel 2020 partecipa al workshop\residenza "Light Beyond” presso la Fondazione Pino Pascali. Nello stesso anno, assieme a Gianni D'Urso, fonda Spazio Su, un project space nel centro storico di Lecce, un luogo d'incontro dove proporre e assimilare nuovi linguaggi di ricerca del panorama contemporaneo. In occasione di “Chez Maddalena, film e documentari proiettati sui palazzi di Parigi” di Romina De Novellis, proietta tre lavori video. La sua ricerca si muove attorno l’antropologia, l’archetipo, il simbolo e tutto ciò che concerne la conoscenza individuale e collettiva che determina lo stato mentale dell’individuo. Il terreno che esplora è il web, ed è spesso affiancato da suoni campionati o ripresi da archivi sonori del sud Italia.

Progetti:

Link:

Newsletter