Caricare sulle spalle l’attesa

Anno 2014

Caricare sulle spalle l’attesa
I crociferi e le croci storiche del Venerdì Santo


Quella di Andria è una commemorazione antica che comprende, oltre le statue lignee dei Misteri, le antiche croci in legno.

Con il loro incedere maestoso e lento le croci hanno sempre costituito una caratteristica della processione dei Misteri del Venerdì Santo.

I Crociferi di Andria sono coloro che continuano la tradizione di portare a spalla le antiche croci, tradizione che molto probabilmente risale alla prima metà del 1700 con l'arrivo in città dei Padri Agostiniani provenienti dalla Spagna. Della tradizione non esiste alcun documento scritto, le notizie derivano da racconti “a memoria d'uomo”.

Le croci furono realizzate da privati e fino agli anni '60 esse venivano addobbate a seconda dell'inventiva del crocifero, ramoscelli di ulivo e rami fioriti di mandorlo e pesco.

Si racconta che trentatré erano le croci che passavano dinanzi alla folla assiepata sui bordi delle strade. Incuriosivano per i robusti portatori, per gli ondeggianti rami carichi di olive e per le oscure pitture del Cristo Crocifisso e degli altri emblemi della Passione.

Purtroppo il numero delle croci andava assottigliandosi ogni anno e la tradizione subì un netto declino fino al 1995, anno in cui sono ritornate ad aprire la processione dei Misteri del Venerdì Santo.

Il merito della scoperta e del restauro spetta al diacono Michele Melillo che, oltre a preparare uno studio particolareggiato delle croci, ha riunito i crociferi costituendo con loro, nel 1995, la “Pia Associazione Crociferi” di Andria.

Oggi ne fanno parte uomini e donne con una propria divisa: camice bianco con ai fianchi una fascia rossa pendente sulla sinistra, sul lato sinistro del petto un medaglione stampato rappresentante Gesù Crocifero.

Le croci sono conservate nella chiesetta di San Micheluzzo (XIII-XIV secolo) e attualmente sono ventisette: di queste, ventuno sono quelle antiche e restaurate e sei sono state realizzate in epoca più recente.

Il numero delle croci dipende dai crociferi disponibili. Nell'anno duemilaquattordici ad Andria, 19 su 27 le croci nella processione del Venerdì Santo.

Newsletter