Eterno Notturno

Anno 2020

Eterno Notturno traduce in immagini una credenza popolare che mi è stata tramandata oralmente durante l’infanzia.

Il “Laùro”, folletto domestico, gnomo dispettoso, si aggira di notte nella case abitate e si posa sullo stomaco delle persone che dormono togliendo loro il respiro e se la casa prescelta ospita un cavallo, lo spiritello lega in trecce inestricabili i crini della criniera o della coda. Le trecce non devono essere sciolte, pena la morte dell’animale.

Tutte le immagini della serie sono caratterizzate da un contrasto continuo finalizzato da una parte, a rendere l’atmosfera teatrale di una narrazione folkloristica, dall’altra, a tenere in piedi una continua ambiguità fra reale e onirico, tangibile e misterioso, verità e mitologia.

Newsletter