Màder

Anno

MÀDER di Neunau

MÀDER è un’installazione sonora interattiva e itinerante.
 È composta di materiali ferrosi, realizzati dai fabbri della fucina tramite l’uso del maglio selezionati attentamente in funzione delle peculiarità sonore e sostenuti da una struttura metallica.

Si tratta di una serie di dischi in ferro che i fabbri camuni chiamano, appunto, MÀDER, involucro protettivo dai colpi del maglio nella produzione dei secchi agricoli, da qui la definizione Madre inteso come grembo protettivo.
MÀDER racchiude un insieme di preziose informazioni, custodite nell’identità del territorio della Valle Camonica: dal valore produttivo che la
lavorazione del ferro riveste da generazioni, al significato storico e il legame con il mondo preistorico che l’intera valle costudisce attraverso un patrimonio figurativo unico in Europa Esistono testi- monianze su alcune rocce incise dove viene raffigurata l’attività del fabbro fin dalla preistoria.

Il suono del ferro; un’esperienza sonora atavica.
Suonare i dischi MADER è un preciso segnale che arriva al nostro sistema limbico, alla parte arcaica del cervello umano, quella che presiede tutte le reazioni spontanee e automatiche, riportandoci direttamente all’origine della nostra specie.

L’intenzione del progetto è di riportare questi manufatti alla natura, per poi ritornare alla fucina-Museo.
L’obbiettivo è di individuare e posizionare l’installazione in diversi punti del territorio lungo l’arco delle settimane stabilite, componendo un percorso che permetta una fruizione multisensoriale in luoghi simbolici, suggestivi e periferici, in stretta connessione con il paesaggio e il passato.

Sul luogo si troverà un cartello esplicativo che inviterà il fruitore a interagire con i dischi
metallici tramite strumenti che chiunque potrà reperire in loco (rami, pietra e ferro), creando un legame di interazione tra lo spettatore e l’installazione allestita.

Newsletter